Studio di architettura Di Biase | Giardino pubblico Bubble

Giardino pubblico Bubble

L’operazione è volta al rinnovamento urbano ridefinendo lo spazio pubblico, non lasciandolo come mero vuoto residuale inutilizzato, ma garantendo un luogo aperto di qualità volto alla socializzazione. Questo termine “socializzazione” deve essere riconsiderato fortemente per la definizione urbana; la città ha bisogno di concentrare le forze sull’immagine dei luoghi quotidiani offrendo la possibilità ai bambini di giocare al sicuro e agli anziani di sostare all’aperto e non al chiuso in un mondo illusorio “dietro una finestra”.

Seguendo l’idea di sostenibilità progettuale, un occhio di riguardo è rivolto alle preesistenze: gli ulivi, infatti, verranno tutti recuperati, tranne quelli che presentano un degrado elevato, e, ai fini della definizione degli spazi, l’immagine finale terrà conto della loro localizzazione. Il disegno delle grandi “vasche verdi” prevede una geometria curvilinea complessa che attribuisce dinamicità all’intero spazio circostante.

Al centro del giardino verrà inserita una grande fontana aumentando il senso naturale del luogo.

Importante risulta essere anche l’esistente pista ciclabile che attualmente non interferisce con l’area in oggetto, ma grazie al nuovo intervento potrebbe addentrarsi ed aumentare il suo sviluppo in lunghezza. Il limite tra la strada di via Sabino ed il percorso a margine del giardino verrà evidenziato da un filare di piante ornamentali basse che creeranno una barriera protettiva verde.

Il tappeto dei percorsi s’insinua tra prati ed alberi, accogliendo le sedute nel verde.

Elementi arborei a basso o alto fusto e corpi illuminanti tra gli arbusti completano la costruzione di un paesaggio percettivo per certi versi domestico, soffice e familiare.

Tags
© 2015 www.dibiasearchitetti.it by Studio di architettura Di Biase. All right reserved. Via A. Barrella, 63 - 66034 Lanciano (CH). Tel/Fax: 0872 715370 P.I. 02325210694 - Privacy policy. - Sito realizzato da Serenity.
Cookies informativa estesa.